shadow

Stufe a pelle: è possibile installarle senza canna fumaria?

Le stufe a pellet risultano essere la soluzione ideale per riscaldare la propria abitazione. In questo ultimo periodo sempre più persone stanno optando per questi nuovi sistemi perché offrono spazio, economicità ed ecologicità. Essendo stufe particolari richiedono un’installazione da una persona esperta per far si di non andare a compromettere la garanzia, ma se si vuole optare per il metodo “fai da te” sarà opportuno scegliere una stufa semplice da installare.

E’ importante applicare una canna fumaria alla stufa al fine di espellere i fumi, esistono dei tubi di scarico con un diametro di piccole dimensioni pari a 8 cm e di una lunghezza di circa 2 metri. Oggi giorno questi prodotti possono essere installati anche nei condominii (seppur con qualche problematica dovuta alle normative che impongono di applicare a tetto lo scarico dei fumi) e non solo nelle case private.

Puntualizzato queste normative, decidiamo il posto in cui posizionarla: è meglio scegliere un punto centrale al fine di riscaldare in maniera omogenea tutta la casa. La stufa necessita di due tubazioni: una per lo scarico dei fumi e una per la presa d’aria; per proteggere la tubazione è opportuno proteggerla con una griglia di metallo. Evitiamo di mettere la stufa su legno o parquet perché altamente infiammabili infatti si consiglia un pavimento di cemento o di mattoni.

Comunque sia di solito all’interno della scatola si trova il manuale, ma è sempre meglio affidarsi ad una persona di fiducia che sa come installare la stufa alla perfezione. Non è facile riuscire a scegliere un modello giusto, ma come al solito tutto dipende dalla grandezza dell’ambiente che si vuole riscaldare.

Una volta che si avrà trovato il modello saremo felici dell’acquisto fatto visti i vantaggi di queste straordinarie stufe a pellet, molto ricercate sul mercato. Il materiale adatto per farle funzionare oltre ad essere economico consente di ridurre al minimo l’emissioni di CO2.